Guida turistica alla Birmania

Guida turistica alla Birmania, uno dei posti più spettacolari del pianeta. Poco conosciuto, ma vale assolutamente la pena da visitare.

Birmania, cosa vedere

Cosa c'è da vedere in Birmania? Quali sono le particolarità da scoprire in questa nazione dell'est asiatico?

Guida e consigli di viaggio in Birmania

Birmania, come viaggiare sicuri

La Birmania non è un paese che presenta particolari problemi per i turisti che desiderano recarvisi. Naturalmente però ci sono alcune attenzioni da prendere prima di entrare nel paese come avere i giusti documenti ed evitare di entrare nel paese con oggetti vietati.

Per entrare in Birmania è necessario un visto turistico che si ottiene online, inserendo i propri dati e verificando la validità del passaporto. Il visto turistico ha una validità di 28 giorni e permette di arrivare direttamente negli aeroporti internazionali di Yangon, Mandalay e Nay Pyi Taw. 

All’entrata nel paese è obbligatori dichiarare le valute straniere in caso in cui l’ammontare superi il valore di 10.000 mila dollari americani, è vietato il trasporto di materiale di natura indecente e a sfondo sessuale, inoltre bisogna indicare all’arrivo il possesso di eventuali gioielli e il loro valore. 

Come viaggiare scontato

Viaggiare in Birmiania ha, come possiamo immaginare, un certo costo. In maniera particolare, la spesa maggiore riguarda i viaggi aerei. I tre aeroporti internazionali dove poter atterrare sono Mandalay, Naypyidaw e Yangon. Come durate del viaggio, bisogna mettere in conto almeno 13 ore, mentre per quello che riguarda i costi parliamo di circa 1.200 € a persona, andata e ritorno (tranne se si riescono a trovare dei voli economici o degli sconti ed offerte su viaggi, voli e hotel).

Come pagare in modo sicuro in Birmania 

Una delle principali attenzioni va fatta per i pagamenti e per il trasporto e l’acquisto di pietre preziose e altri oggetti di valore. Innanzi tutti i pagamenti dovrebbero essere fatti il più possibile con carte di credito del circuito Visa e Mastercard. 

Nei posti dove non si può pagare con la carta di credito si consiglia invece di arrivare in Birmania con sufficiente valuta in contanti: euro o dollari di nuova stampa. Potrebbe infatti, essere difficile in alcune zone trovare un bancomat o una banca per prelevare i contanti. Infine, dopo ogni pagamento per oggetti di valore e gioielli ricordate di farvi avere la ricevuta perché necessaria per l’espatrio degli acquisti.

Il sistema sanitario in Birmania

In Birmania non vi sono particolari pericoli per i turisti, questa nazione non è quasi mai interessata da lotte intestine e non ha un alto tasso di criminalità. Uno dei problemi nei quali potrebbe invece incorrere il turista è la necessità di ricoverarsi o curarsi all’improvviso. Ad esempio per una caduta, un improvviso problema gastroenterico ecc…In Birmania il sistema sanitario purtroppo non è molto efficiente, si trovano strutture carenti oppure poi strutture super-lussuose e costosissime. In realtà per i turisti anche le prestazioni mediche che vengono fornite dalle cliniche più modeste sono a pagamento e possono avere anche costi molto alti per i turisti. Per viaggiare sicuri in Birmania sarebbe dunque bene prima di partire, di munirsi di un’assicurazione medica e sanitaria. 

Mangiare in Birmania: cosa evitare 

In realtà la cucina birmana è molto simile a tutta quella del sud est asiatico, principalmente è molto famoso lo street food birmano. Tra le strade di questo paese è possibile trovare un po’ di tutto, dalla carne al pesce arrostiti sino ai piatti della cultura asiatico con spaghetti di riso, e riso bollito accompagnato da altre preparazioni sempre molto speziate. Bisogna porre attenzione solo ad alcunecose quando si mangia in Birmania: 

  • evitare di bere acqua del rubinetto, chiedete sempre quella in bottiglia 

    non chiedete il ghiaccio, né consumatelo all’interno dei drink 

    evitate di mangiare pesce e carne cruda 

    state lontani da luoghi che non sembrano puliti e in cui le condizioni igieniche sono al limite

In realtà queste regole vanno seguite in tutti i paesi in via di sviluppo, inoltre queste aiutano anche ad evitare problemi gastroenterici. 

L'economia della Birmania

Quella della Birmania è una delle economie con maggior crescita dell'Asia orientale. Nel 2017, la crescita del PIL si è ridotta al 5,9% a causa dell'impatto delle gravi inondazioni nel 2015, ed il ritmo del recupero nell'agricoltura è stato ostacolato da ampi problemi di produttività nel settore. La crescita a medio termine è attualmente proiettata al 7,1% all'anno, sostenuta principalmente dalle riforme economiche, dal consumo pubblico e dagli investimenti privati.

I Rohingya

I Rohingya sono i musulmani della Birmania, andiamo alla scoperta di questo particolare gruppo religioso.

Contatti

Contattaci compilando il modulo qui di seguito, ti risponderemo il prima possibile!

Powered by 123ContactForm | Report abuse